Image Alt

10 motivi per cui viaggiare stimola la crescita personale

10 motivi per cui viaggiare stimola la crescita personale

Scopri come e perchè esplorare nuove terre ti aiuterà a diventare una persona migliore + 10 libri da cui trarre ispirazione.

C’è qualcosa di speciale nei viaggi e quando parlo di essi non mi riferisco a vacanze di lusso o relax in riva al mare. Viaggiare va ben oltre.

 

Mi riferisco a tutte quelle esperienze che ti spingono al di fuori della tua stabilità, a quelle esperienze in cui vieni catapultato in culture completamente differenti dalla tua, dove incontri abitudini e stili di vita sconosciuti, mi riferisco a quelle esperienze che ti aprono la mente e il cuore, quelle che ti lasciano il segno davvero (un po’ come quello che ti lascia l’abbronzatura estiva, per intenderci, con la differenza che questo segno è permanente).

 

In tutto ciò vi è una grande verità da cui non puoi scappare: che tu lo voglia oppure no, un’esperienza di viaggio ti lascerà sempre un’impronta speciale e unica.

Questa impronta deriva da ogni passo compiuto al di fuori della tua comfort-zone, da ogni piccolo step che deciderai di eseguire ricercando quell’ardore che ti pervade.

 

Ma come e cosa viaggiare ti può davvero insegnare a scoprire te stesso e a migliorarti?

Ecco a te una lista di motivi che te lo dimostrano, ognuno di essi accompagnati da un libro da cui poter trarre ispirazione.

Viaggiare coltiva una mentalità di crescita

I viaggi sono direttamente legati a sviluppare una mentalità di crescita perché si è costantemente spinti in un ambiente completamente nuovo dove l’apprendimento è obbligatorio.

Specialmente se si viaggia a lungo termine, vivere in un nuovo paese significa che adattarsi è necessario per andare avanti. Inoltre, il mondo è in costante cambiamento dunque è necessario restare al passo ed evolverci insieme ad esso.

 

Alcune persone vivono con una mentalità fissa/chiusa (io ero una di quelle prima di iniziare a viaggiare) questo, però, le porta ad accettare passivamente la loro condizione nel bene e nel male e a non agire, subendone le conseguenze.

Se invece si cerca di sviluppare una mentalità di crescita si tenderà a pensare che le proprie abilità crescano e sviluppino con il proprio impegno e viaggiare è sicuramente il modo perfetto per farlo perché ci aiuta a mantenere la mente aperta e ad accrescere la nostra curiosità.

LIBRO CONSIGLIATO: il viaggio interiore. Esperienze, riflessioni, esempi – Bert Hellinger

 

Trama: viaggio interiore è sinonimo di meditazione. Il termine meditazione descrive la meta di questo viaggio, guardare in raccoglimento qualcosa di nascosto, che attrae, anche se continua a restare invisibile. Spesso lungo il cammino ci viene donata una prospettiva e tutto d’un tratto sappiamo quale sarà il passo successivo della nostra vita.

La lettura di questo libro è utile anche a chi non intende intraprendere il viaggio interiore. Contiene infatti suggerimenti su come vivere serenamente la vita di tutti i giorni.

Se ti interessa, puoi acquistarlo qua sotto:

Impari ad apprezzare di più te stesso e gli altri

Impari ad apprezzare di più te stesso e gli altri

Viaggiare in un paese straniero (soprattutto se lo si fa in solitaria) può essere tanto eccitante quanto spaventoso in quanto potresti temere di accusare la solitudine.

 

Esporsi a situazioni di solitudine in viaggio è sicuramente un ottimo metodo per scoprire te stesso perché impari ad apprezzare la tua stessa compagnia, questo è proprio ciò che è successo a me.

Non dimenticarti però che la solitudine a lungo può gravare sulla tua salute, ecco perché è importante sforzarsi di stringere legami con la gente che ti circonda; non ci deve per forza essere una scusante per iniziare una conversazione con uno sconosciuto. Soggiorna in quell’ostello affollato piuttosto di quella camera singola e vuota, saluta e sorridi all’ignoto, intraprendi conversazioni con i fruttivendoli locali.. Ci sono infiniti modi per acquisire nuove conoscenze e stringere nuove amicizie!

 

Personalmente, le due cose che mi hanno aiutato al meglio a superare la solitudine in viaggio (oltre ad aprirmi la mente) sono stati proprio gli ostelli e il volontariato.

 

Ti consiglio vivamente di dare un’occhiata al sito web workaway se vuoi provare questo tipo di esperienza. Si basa su uno scambio reciproco: lavori qualche ora al giorno per ricevere vitto, alloggio e un bagno di cultura!

LIBRO CONSIGLIATO: il posto più bello del mondo – Davide R. Battaglia

 

Trama: se ti sei sempre sentito fuori posto, relegato in una vita che non ti appartiene, chiedendoti spesso se è davvero tutta qui e sei costantemente in attesa di quel cambiamento che rappresenterà la tua svolta, lasciati trasportare in questa meravigliosa avventura, ispirata ad una storia vera, che descrive la tormentata ricerca esistenziale del protagonista, andando a scavare nel profondo della propria anima, spaziando in lungo e in largo negli angoli più remoti del pianeta.

Se ti interessa, puoi acquistarlo qua sotto:

Impari a godere di più del presente, del qui e ora

Questo è un aspetto molto importante a cui tengo soffermarmici perché spesso quasi tutti noi siamo così impegnati a provare mille esperienze, a seguire gli itinerari più famosi e a depennare luoghi dalla nostra bucket-list che lasciamo sfuggire l’attimo, il presente.

 

Ciò che ho imparato dalle mie esperienze, però, è stato proprio iniziare a rallentare, a camminare invece di correre e a vivermi il momento. Alla fine, se ci pensi, che senso ha fuggire dalla frenesia quotidiana per passare una settimana o due a viaggiare con l’ansia di visitare più posti possibili?

 

Inoltre, durante il viaggio, il tuo obiettivo principale è quello di assorbire la cultura locale, le nuove prospettive e provare nuove cose piuttosto che pensare al futuro! Soltanto in questo modo riuscirai ad ottenere ricordi in modo più profondo e duraturo.

LIBRO CONSIGLIATO: sono una mente nomade. Il viaggio, il sacrificio, la felicità – Edoardo Massimo Del Mastro

 

Trama: qui non troverete la storia di qualcuno che si è stufato del posto fisso e ha deciso di girare il mondo per scappare dai suoi fallimenti. Questa è la storia di come sono uscito dalla nuvola nera in cui mi ero perso. È la storia di un sacrificio e di una rinascita, di una partenza che non è stata una fuga, ma un percorso alla scoperta di me stesso e delle meraviglie che si aprono davanti a noi quando troviamo il coraggio di andare. Viaggiando ho trovato la felicità e la libertà in questa vita imperfetta, in questo tempo presente che è tutto ciò che abbiamo.

Se ti interessa, puoi acquistarlo qua sotto:

Impari a trasformare le avversità in possibilità

Ciò che apprendi viaggiando, inoltre, è che non è tutto rosa e fiori anzi, a volte ti possono accadere imprevisti spiacevoli.. O speciali!

 

Mi è capitato di perdere un volo aereo, ritrovarmi senza una sistemazione per la notte, finire soldi, vivere una situazione di pandemia all’estero.. Quando penso a tutti questi spiacevoli avvenimenti traggo solo aspetti positivi.

Non sono speciale e non ho superpoteri, semplicemente viaggiare mi ha insegnato che c’è sempre una soluzione.

 

Non nascondo che certe situazioni mi hanno inizialmente reso tutto più difficile ma la crescita interiore avviene proprio quando, nonostante le sfide che affrontiamo ci abbattano, scegliamo di rialzarci e progredire. L’importante è non demoralizzarsi, essere preparati a tutto e saper abbracciare le sfide che la vita ti propone trasformandole in opportunità di apprendimento.

 

Viaggiare e vivere tali situazioni ti insegna a trarre il meglio dalle avversità, trasformarle in possibilità e farne tesoro.

LIBRO CONSIGLIATO: l’orizzonte, ogni giorno, un po’ più in là – Claudio Pelizzeni

 

Trama: questa è la storia di un sogno diventato realtà, di un’avventura che ha portato a una nuova vita. Un viaggio lungo mille giorni, attraverso cinque continenti e quarantaquattro Paesi. Ma anche un viaggio dentro di sé, a stretto contatto con le proprie paure, debolezze, risorse inaspettate. In dialogo profondo con quella voce intima e nascosta che, quando accettiamo di ascoltarla, sa sempre indicarci la direzione.

Se ti interessa, puoi acquistarlo qua sotto:

Ti adatti meglio al cambiamento e diventi più indipendente

Ricordi? Trasformare le avversità in possibilità: adattarsi al cambiamento ne è la conseguenza.

 

Viaggiare è una grande avventura nell’ignoto e non sai mai cosa possa succederti. Vedi la terribile pandemia che ci sta colpendo, per esempio. Molte persone si trovavano o si trovano all’estero senza lavoro e sono costrette a dover trovare una soluzione.

Leggi il mio articolo come sopravvivere ad una pandemia all’estero per scoprire come io mi sono adattato al cambiamento e come puoi farlo anche tu.

 

Essere, in passato, uscito da quella fastidiosa zona di comfort mi ha donato una meravigliosa qualità: l’apertura mentale. Grazie ad essa sono riuscito ad adattarmi più facilmente, a stimolare la creatività, ad abbracciare il non familiare e a crescere personalmente.

LIBRO CONSIGLIATO: in viaggio verso di me – Rossana Dentico

 

Trama: il racconto di una ragazza che, spinta dalla voglia di scoprire, lascia casa per mettersi in gioco nella frenetica e vivace Londra. Qui s’imbatterà in un percorso ad ostacoli, ricco di incontri, scoperte, viaggi e amori. Nel tentativo di domare il suo animo irrequieto, insoddisfatto, curioso e ribelle riempie la sua vita di obiettivi, sfide, viaggi, ed esperienze avvincenti. Proprio quando crederà di aver sfiorato la felicità, però, qualcosa le farà perdere il controllo. Sceglierà così di lasciare la sua vita per mettersi alla ricerca di nuove risposte, questa volta con lo zaino in spalla e in viaggio per il mondo. La storia di un viaggio nel viaggio, quello che, partendo da fuori, la porterà dentro di sé.

Se ti interessa, puoi acquistarlo qua sotto:

Ti allontani dalla zona di comfort e diventi molto più propositivo e attivo

La tua zona di comfort è quella fastidiosa voce che crea scuse dentro la tua mente per tutte quelle cose che non puoi o non vuoi fare.

 

Lascia che il viaggio infranga quelle scuse una volta per tutte e corri dei rischi.

Saluta quello sconosciuto alla fermata del bus, soggiorna in quegli ostelli affollati, impara a dire “sì” alle opportunità che ti si presentano.. Non avere paura, se non ci provi non potrai mai sapere cosa accadrà e in ogni caso sarà sempre un’esperienza di crescita, non credi?

 

Buttati, questa è la chiave. Non sai quanta soddisfazione e fiducia in te stesso ti darà compiere quel passo che ti spaventa così tanto.

Viaggiare è anche questo: imparare a godersi al meglio la vita affrontando le nostre paure.

LIBRO CONSIGLIATO: walkaboutitalia: l’Italia a piedi, senza soldi, raccogliendo sogni – Darinka Montico

 

Trama: la più consistente scoperta che ho fatto subito dopo aver compiuto 65 anni è che non mi va più di perdere tempo a fare cose che non mi va di fare” . Decide che non sia necessario aspettarne altri 30 per giungere alla stessa conclusione e segue il consiglio scritto sulla suola delle sue scarpe “Go Walk”- VAI A CAMMINARE. Torna in Italia e decide di farsela tutta a piedi, dalla Sicilia al Piemonte, sola, senza soldi, equipaggiata solo di una scatola nella quale raccogliere i sogni della gente che incontrerà sul suo cammino. Se siete sull’orlo di esplodere e cambiare vita, questo viaggio “on the road” potrebbe essere la goccia a far traboccare il vaso!

Se ti interessa, puoi acquistarlo qua sotto:

Approfondisci le tue conoscenze e comprendi la diversità delle culture, dei modi di pensare e dei valori delle altre popolazioni

Il mondo è bello perché vario e non c’è modo migliore per scoprirlo e apprezzarlo se non incontrare culture, credenze, modi di pensare diversi dai tuoi.

Ricordati sempre, però, che mantenere una mente aperta e curiosa è necessario se vuoi apprendere al meglio una nuova cultura.

 

Questo aspetto è molto importante per la crescita personale perché potresti scoprire cose che mai avresti immaginato, inoltre connetterti con la popolazione locale amplia le tue prospettive ed accresce la tua voglia di diventare una persona migliore.

LIBRO CONSIGLIATO: il viaggio che ti cambia la vita – Jacopo di Biase

 

Trama: dal 2015 viaggio a tempo indeterminato e ogni giorno della mia vita è diventato un giorno di viaggio. In questi anni ho vissuto da nomade, attraversando 26 nazioni, stabilendomi temporaneamente in 4 Stati diversi e iniziando nel 2016 a coltivare un ambizioso progetto: visitare tutti i 196 Paesi del Mondo. Ci sono stati tanti incontri, avventure, emozioni e riflessioni. Avevo un tempo limitato e una destinazione che volevo assolutamente raggiungere, ma lungo la via ho finito per trovare qualcosa che non mi aspettavo.

Se ti interessa, puoi acquistarlo qua sotto:

Migliori le tue qualità di comunicazione

Questo lato è sottovalutato ma è super importante.

 

Da persona molto timida e chiusa quale ero posso assicurarti che viaggiare per me è stata una riscoperta sotto questo punto di vista.

Sforzarmi a interagire con la gente locale e con altri viaggiatori nelle situazioni più casuali mi ha estremamente aiutato ad uscire dal guscio e a migliorare l’interazione con gli altri.

 

Oltre a sviluppare questa abilità, inoltre, avrai la possibilità di ascoltare storie memorabili e scoprire di avere interessi comuni con questi sconosciuti, sviluppando veri rapporti di amicizia. Ricordati che i rapporti che nascono in viaggio sono sempre più speciali.

Essere consapevoli di essere di passaggio, infatti, ti fa godere al massimo il momento e proprio per questo i rapporti nascono e si rafforzano molto più rapidamente del “normale”.

LIBRO CONSIGLIATO: vagabonding. L’arte di girare il mondo – Rolf Potts

 

Trama: non occorrono grandi somme di denaro, il punto semmai è alleggerire il fardello dei vincoli e degli impegni, “viaggiare” leggeri per la vita, semplificando. Partire, in questo senso, diventa una prova con noi stessi, che comincia ancor prima di aver scelto il percorso. Alternando in modo inedito esperienze personali, informazioni pratiche, suggerimenti bibliografici, ritratti di grandi viaggiatori del passato e testimonianze di globetrotter attuali, questo libro trasmette senza mai prendersi troppo sul serio – una voglia irresistibile di partire e di cominciare a pensare con la propria testa.

Se ti interessa, puoi acquistarlo qua sotto:

“Le persone che incontri creano il paradiso che trovi” – Robin Esrock

Beh, si sa, a rendere un viaggio speciale sono le persone che incontri.

Per questo motivo è importante interagire ed aprirsi all’ignoto, non sai mai cosa si cela dietro una persona.

 

Durante la mia permanenza in Australia questo è uno degli aspetti da cui ho tratto maggiore guadagno. Ho instaurato rapporti meravigliosi grazie alle persone che ho incontrato, cosa che non sarebbe stato possibile se non avessi aperto le braccia agli “sconosciuti”.

 

Ricordo, a proposito, una frase che mi sta molto cuore di un ragazzo che incontrai laggiù, mi disse: “il tuo sorriso persuade, manda un’energia pazzesca, si vede che ti piace proprio la vita!”

Il mio non era un sorriso forzato. Essere costantemente immerso in un una nuova cultura e vivere con altre 14 persone di nazionalità diverse mi riempiva di gioia e mi apriva il cuore e la mente.

 

Sorridi sempre il più possibile, apparirai molto più amichevole e la gente noterà la tua energia.

LIBRO CONSIGLIATO: le coordinate della felicità – Gianluca Gotto

 

Trama: sognavo di poter fare della stanza di una guest-house o della hall di un aeroporto il mio ufficio e del mondo intero la mia casa. Poter lavorare in remoto da qualsiasi punto del pianeta e guadagnarmi da vivere facendo ciò che più amo. La sognavo una vita così: libera. E vi dico la verità, da qualche parte tra la testa e il cuore sentivo di potercela fare per davvero, fin dal primo giorno. Forse è quello che ha fatto la differenza: crederci. Crederci sempre.

Se ti interessa, puoi acquistarlo qua sotto:

Realizzi che le esperienze aggiungono più valore dei materiali

Così come inizi a viaggiare inizi ad apprezzare il mondo del minimalismo: più esperienze, meno cose.

 

Anche quì i viaggi mi hanno (per fortuna) stravolto. Anni fa ero solito, infatti, a riempirmi di cose. Cercavo, come molti, di comprare la felicità acquistando oggetti che non mi portavano altro che tristezza, questo perché mi rendevano contento sul momento ma, passato quell’attimo, tutto tornava come prima e anzi peggio dato che realizzavo di aver sprecato denaro.

 

Viaggiando ho imparato che sono le esperienze ciò che mi riempiono davvero di gioia, ciò di cui vado fiero e di cui conservo ricordi indelebili.

Viaggiando realizzerai cosa davvero ti sta a cuore e sarai finalmente in grado di pattumare ciò che non porta più valore nella tua vita ed inizierai a preferire e accumulare esperienze che ti cambieranno le vita.

LIBRO CONSIGLIATO: sulla strada giusta – Francesco Grandis

 

Trama: il viaggio è negli occhi, nel cuore e nella testa, e non finisce mai. Da una scogliera a picco sull’Artico, un uomo respira finalmente la libertà. Francesco Grandis vive esperienze inattese che gli mostrano chi è davvero, un giorno dopo l’altro. Perché l’importante è mettersi in gioco. Un “urlo nel silenzio” per svegliarci dal torpore della routine e ricordarci che se non insegui la felicità non avrai chance di trovarla.

Se ti interessa, puoi acquistarlo qua sotto:

Spero davvero che i miei consigli possano motivarti e stimolarti a migliorare te stesso viaggiando. Se invece sei già all’opera ti faccio i miei complimenti e ti auguro buona fortuna!

 

Se ti va di leggere qualcosa di simile, ti invito a dare un’occhiata al mio primo articolo viaggiare per crescere.

Hai trovato l'articolo interessante?

Se l’articolo ti è piaciuto e pensi che possa aiutare nel concreto le persone, ti invito a condividerlo utilizzando uno dei pulsanti qua sotto e/o a lasciare un commento!

[email protected]

Viaggio per trovare la migliore versione di me stesso. Scrivo per condividere l'importanza di utilizzare il viaggio come strumento per conoscersi e superare i propri limiti.

Commenti

  • Vivian
    4 Aprile 2021

    Brilliant, you can become our travel psychologist xoxo

    rispondi

Lascia un commento

About Be Adventurer

Nato a Ferrara, Italia, Be Adventurer è un blog di Alex Negrini.
Lo scopo principale del sito è quello di condividere e promuovere il viaggio utilizzato come mezzo di crescita.
Tutti i diritti riservati © beadventurerblog 2020.

[email protected]