Image Alt

Dove sono finito?

Dove sono finito?

Non sono mai stato così presente!

No, non ho abbandonato nessun progetto e no, non sono sparito.

E’ vero, è trascorso parecchio tempo ma non ho mai davvero accantonato Be Adventurer” anzi, è sempre stato tra i miei pensieri e la lunga pausa mi ha permesso piuttosto di riflettere su ciò che voglio davvero trasmettere con esso e mi ha aiutato ad elaborare nuove idee da poter attuare per poter coinvolgere maggiormente i lettori.

 

E dunque sono di nuovo qua: a casa, rigenerato e nuovamente operativo, pronto a condividere tanti nuovi contenuti!

Ma come giustifico la mia assenza?

Sono trascorsi più di tre mesi dal mio ultimo articolo pubblicato ma se ti dicessi che non ho scritto per mancanza di tempo sarebbe soltanto una scusa.

La verità è che quest’estate ho trovato un’occupazione che, bensì poco impegnativa a livello tempistico, mi ha lentamente prosciugato. Questo ha smorzato fortemente la mia motivazione nella scrittura portandomi piuttosto a preferire lo svago.

Che tipo di svago? Beh, è chiaro: il viaggio! Per me, non esiste migliore antidoto per lo stress.

Ciò che mi ha trascinato via dallo schermo e dalla scrittura, però, sono stati anche i due mesi di viaggio quasi full time che ho iniziato ad intraprendere a circa metà Agosto.

Settimane e settimane in cui ho preferito accogliere ad assorbire a pieno regime tutto ciò che la natura, le persone e la vita mi presentavano davanti.

E’ stato fantastico, ma ammetto che scrivere mi era mancato.

La prima fuga

Ho iniziato con un breve viaggio di cui ero solito fare ogni qua e là durante i weekend estivi. E’ stato l’ennesimo trekking di quattro giorni ma stavolta con amici in Umbria, Italia.

Si tratta del cammino dei Borghi Silenti: un fantastico percorso ad anello perfetto per riposare cuore e mente dato che, come cita il nome, quel cammino è davvero muto. Zero macchine, poche anime e tanta natura! Il viaggio perfetto per il periodo che stavo vivendo.

Chi mi segue su Instagram sicuramente sa già di cosa sto parlando grazie alle storie che ho messo in evidenza. Se te le sei perse, puoi dare un’occhiata qui.

Passeggiando tra le viuzze dell’Umbria

Uno dei meravigliosi borghi silenti

I bellissimi paesaggi naturali

Alla scoperta di una nuova terra

La settimana seguente, invece, ho “organizzato” una piccola fuga improvvisata con un amico alla volta della Polonia! Non era un viaggio che avevo in programma ma grazie a Workaway quest’estate conobbi una ragazza Polacca che mi chiese di viaggiare insieme, e allora colsi l’occasione approfittando del fatto che il mio amico conosceva un’altra polacca ed insieme abbiamo deciso di avventurarci nell’ignoto e nella poco conosciuta e parlata Polonia.

Sono stati quattro giorni di viaggio veloci ma intensi.

Abbiamo avuto la fortuna di esplorare la nazione come locali e scoprire anche zone poco turistiche ma estremamente affascinanti! La Polonia è stata una bellissima sorpresa e anche di questo ne ho parlato nelle mie storie in evidenza su Instagram, puoi vederle qui.

Falò a casa di locali

Polonia – Parchi Naturali

La lunga pausa

E poi il grande viaggio! Quello che aspettavo da mesi ma che il lavoro mi impediva di fare. Una viaggio per staccare dall’occupazione che mi aveva consumato nei mesi estivi. Avevo bisogno e tanta voglia di lasciare il mestiere e le routine a casa e stravolgermi per un po’ di tempo.

Scelsi di prendermi un mese per farlo e decisi di svolgere un’esperienza di volontariato all’estero!

Volontariato

Data la mia immensa voglia di provare il surf l’idea iniziale era quella di trovare una località dove poter praticare questo sport ma in seguito, curiosando sul sito Workaway, trovai una splendida opportunità in Portogallo: si trattava di questo meraviglioso glamping situato nel bel mezzo del nulla tra le montagne Portoghesi.

Un luogo isolato da tutto e da tutti, in cui la città più vicina distava circa venti minuti di macchina. Un posto che veniva descritto come un paradiso, ai miei occhi, in quanto accerchiato dalla natura incontaminata, in cui l’unico svago era avventurarsi tra essa e/o stringere amicizia coi volontari. Era ciò di cui avevo bisogno!

 

Passai esattamente tre settimane in quel fantastico luogo che ebbe incredibili effetti benefici sul mio corpo e sulla mia mente. Tre settimane dove mi sono arricchito di gioia, pace e consapevolezza. Ho imparato tante nuove abilità e stretto amicizie con persone provenienti da varie parti del mondo.

Se vuoi sapere di più sull’esperienza di volontariato che ho svolto puoi guardare i contenuti dedicati su Instagram cliccando qui.

Portogallo – Cascate naturali

L’alloggio presso cui offrivo aiuto

Glamping

Spagna

Al termine della mia esperienza in Portogallo, poi, sono volato a Tenerife! Un’isola vulcanica situata in mezzo all’oceano Atlantico. Qui ci andai su invito di un amico che mi avrebbe ospitato.

Non sono fan delle località troppo turistiche (chi mi conosce lo sa) ma un invito del genere di certo non si può rifiutare e comunque la curiosità di esplorare una nuova terra non mi manca mai! E così ci andai. Passai una settimana di sole, caldo e tanto mare tra le onde dell’oceano! A surfare e a fare escursioni tra le montagne e sul vulcano Teide (contenuti disponibili qui).

Tenerife è molto bella paesaggisticamente ma sicuramente non la mia meta ideale.

Sfrecciando tra le strade dell’isola

Tenerife – Spiagge

Road Trip

Trascorsero poi due settimane di “stallo” in Italia dove cercai di tornare, molto lentamente, alla vita quotidiana. Durarono poco, perché presto Ben atterrò in Italia!

Ben è il ragazzo inglese che conobbi in Portogallo presente in varie storie su Instagram e con il quale instaurai da subito un’affinità incredibile! Ci conobbimo in fretta e rapidamente decise: “voglio fare un road trip con te in Italia!”

 

Un road trip con un ragazzo appena conosciuto, in Portogallo, e dalla cultura e la lingua diversa dalla mia? Wow, assolutamente sì!

 

Non potevo avere la certezza di sapere se fosse serio o meno ma io lo presi alla lettera, e così fu.

Chi mi segue lo sa, il viaggio è stato compiuto ed è stata un’avventura a dir poco pazzesca! Esattamente il viaggio che aspettavo da una vita: quelli poco organizzati, dove l’ignoto e l’improvvisazione fanno da protagonisti.

Se sei curioso/a di sapere com’è andata, puoi rivivere il nostro viaggio cliccando su questo link in cui abbiamo mostrato i luoghi che abbiamo visitato e comunicato aggiornamenti in tempo reale.

Io e Ben – Partenza Road Trip

Nottata sotto le stelle in Val D’Orcia

Ma come tutti i viaggi, c’è un inizio e una fine.

 

Proprio due giorni fa ho accompagnato Ben in aeroporto, io ho ripreso con la mia vita (poco) lavorativa e, come puoi immaginare, ho ripreso a scrivere e a continuare ad alimentare il mio progetto a cui tengo infinitamente!

Conclusioni

Ho tante, tantissime e forse troppe idee per la testa e per lo sviluppo del sito e non potrei esserne più contento!

Viaggiare mi aiuta anche per questo: mi fa dimenticare a casa i problemi e gli stress quotidiani e mi stimola la creatività.

Qualcosa sta bollendo in pentola: non pensare mi sia fermato perché non vedo l’ora di riaccendere la fiamma e creare tanti nuovi contenuti!

 

Che dire, queste sono le novità.

Ecco dove ero finito: a fare il pieno di vita.

Viaggiare mi fa bene e mi sento pieno di energie per riprendere al meglio questo percorso insieme.

 

Grazie a te che stai leggendo queste righe per esserti incuriosito/a al mio percorso; spero di poterti “rivedere” presto e spero anche di poterti intrattenere il più possibile con tanti contenuti che voglio buttare fuori a breve.

Grazie per essere qui e supportarmi.

 

Un sincero augurio di buona vita.

Ricordati di amare, sorridere ed essere grato ogni giorno.

Hai trovato l'articolo interessante?

Se l’articolo ti è piaciuto e pensi che possa ispirare le persone, ti invito a condividerlo utilizzando uno dei pulsanti qua sotto e/o a lasciare un commento!

[email protected]

Viaggio per trovare la migliore versione di me stesso. Scrivo per condividere l'importanza di utilizzare il viaggio come strumento per conoscersi e superare i propri limiti.

Commenti

  • Pierangela
    9 Novembre 2021

    Bravo Alex! Ti sento bello carico. Ricordati che è bellissimo avere mille idee ma sappi che è solo una quella vincente. Spero tanto che tu abbia un buon “asso” nella manica. Alla prossima e continua a crederci.

    rispondi

Lascia un commento

About Be Adventurer

Nato a Ferrara, Italia, Be Adventurer è un blog di Alex Negrini.
Lo scopo principale del sito è quello di condividere e promuovere il viaggio utilizzato come mezzo di crescita.
Tutti i diritti riservati © beadventurerblog 2022.

[email protected]